Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Carenza genetica di PTX3 e aspergillosi nel trapianto di cellule staminali


Il recettore noto come Pentraxina 3 lunga ( PTX3 ) ha un ruolo non-ridondante nella immunità antifungina.

Il contributo dei polimorfismi a singolo nucleotide ( SNP ) in PTX3 nello sviluppo di aspergillosi invasiva non è noto.

È stata valutata una coorte iniziale di 268 pazienti che si dovevano sottoporre a trapianto di cellule staminali ematopoietiche e dei loro donatori alla ricerca di SNP in PTX3 che modificavano il rischio di aspergillosi invasiva.

L’analisi è stata anche effettuata in uno studio multicentrico condotto su 107 pazienti con aspergillosi invasiva e 223 controlli appaiati.

Le conseguenze funzionali degli SNP in PTX3 sono state valutate in vitro e in campioni di polmone da pazienti che avevano ricevuto il trapianto.

Ricevere il trapianto da un donatore con un aplotipo omozigote ( h2/h2 ) in PTX3 è stato associato a un aumento del rischio di infezione, sia nello studio iniziale ( incidenza cumulativa, 37% vs. 15%; hazard ratio aggiustato, aHR=3.08; P=0.003 ) e nello studio confermatorio ( odds ratio aggiustato, aOR=2.78; P=0.03 ), così come nel caso di difetto nella espressione di PTX3.

Dal punto di vista funzionale, la mancanza di PTX3 nei neutrofili h2/h2, presumibilmente dovuta a instabilità dell’RNA messaggero, porta a una ridotta fagocitosi e clearance del fungo.

In conclusione, la carenza genetica di PTX3 influenza la capacità antifungina dei neutrofili e potrebbe contribuire al rischio di aspergillosi invasiva in pazienti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche. ( Xagena2014 )

Cunha C et al, N Engl J Med 2014; 370: 421-432

Inf2014 Emo2014



Indietro