XagenaNewsletter
Medical Meeting
Xagena Mappa
Cardiobase

Eccesso di mortalità correlata a Escherichia coli e Staphylococcus aureus meticillino-resistente


Due organismi resistenti agli antibiotici hanno causato un eccesso di oltre 8.000 morti per infezioni ematiche in Europa nel corso di un solo anno.
I decessi si sono verificati a seguito di più di 42.000 infezioni ematiche nel 2007, causate da ceppi meticillino-resistenti di Staphylococcus aureus ( MRSA ) ed Escherichia coli resistenti alle cefalosporine di terza generazione ( G3CREC ).

I ricercatori del National Institute for Public Health and Environment a Bilthoven ( Olanda ) hanno notato che la infezioni del sangue rappresentano una frazione del carico totale di malattie associate a resistenza agli antibiotici, ma la mortalità ad esse collegate è alta.

Era stato precedentemente esaminato l'impatto clinico della resistenza agli antibiotici nelle infezioni ematiche causate dai due agenti patogeni. Per questa analisi, sono state combinate le informazioni con i dati di prevalenza del 2007 del Sistema Europeo di sorveglianza della resistenza agli antibiotici per generare stime del burden di malattia.

L’impatto della malattia è stato espresso come morti in eccesso, numero di giorni in ospedale e costi. Quindi, utilizzando modelli statistici, è stata predetta la traiettoria di resistenza fino al 2015 per i 31 Paesi partecipanti nell’area europea.

Lo studio ha incluso 1.293 ospedali di 31 Paesi, coprendo il 47% di tutti i posti disponibili per le cure ospedaliere in fase acuta nella maggior parte dei Paesi. È emerso che lo Staphylococcus aureus ha causato circa 108.434 infezioni ematiche, di cui 27.711 ( 25.6% ) erano Meticillino-resistenti. Si stima che circa 5.503 decessi in eccesso e 255.683 giorni di ricovero in più fossero collegati a MRSA.

Escherichia coli ha causato 163.476 infezioni ematiche, tra cui 15.183 ( 9.3% ) erano resistenti alle cefalosporine di terza generazione. Si stima che circa 2.712 decessi in eccesso e 120.065 giorni di ricovero in più fossero causati da G3CREC.

Utilizzando i dati provenienti da 266 laboratori collegati a 810 ospedali di 25 Paesi che hanno costantemente segnalato i risultati della sensibilità agli antibiotici di Staphylococcus aureus nel database di sorveglianza nel periodo 2001-2009, si è scoperto che la resistenza alla Meticillina è stata del 19.1% nel 2001, è salita al 22.6% nel 2005 e poi è scesa nuovamente al 18.0% entro il 2009.

Per Escherichia coli , i dati di 281 laboratori collegati a 791 ospedali in 28 Paesi, hanno mostrato che nel periodo 2003-2009 la resistenza alle cefalosporine di terza generazione è passata dal 2.7% all’ 8.2%.

Analizzate insieme, le tendenze hanno indicato che nel 2015 in Europa potrebbero verificarsi circa 97.000 infezioni ematiche causate dai due organismi resistenti e 17.000 decessi associati.

La mortalità stimata per queste infezioni ( 1.5 per 100.000 nel Paesi ad alto reddito ) è alla pari con i tassi per HIV / AIDS ( 1.5 per 100.000 ) o tubercolosi ( 1.0 per 100.000 ). ( Xagena2011 )

Fonte: PLoS Medicine, 2011


Inf2011



Indietro