Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Farmaexplorer.it

Infezioni da virus influenzale aviario negli esseri umani


Sebbene i virus dell’influenza A non infettino gli esseri umani, diversi esempi di infezione sono stati riportati fin al 1997.

La maggior parte dei casi di infezione da virus dell’influenza aviaria negli esseri umani è ritenuta derivare dal contatto diretto con il pollame infetto oppure con superfici contaminate.

Finora le infezioni da virus influenzale aviario A che hanno colpito gli esseri umani non hanno comportato una diffusa e sostenuta trasmissione da uomo a uomo.

I casi confermati di influenza aviaria trasmessa agli esseri umani sono i seguenti:

- H5N1, Hong Kong, 1997: infezioni da virus dell’influenza aviaria A ( H5N1 ) altamente patogene si sono presentate sia nei volatili sia negli esseri umani.
Questo è il primo esempio di trasmissione diretta del virus dell’influenza aviaria da uccelli a uomini.
Durante l’epidemia 18 persone sono state ospedalizzate e 6 di queste sono morte.
Per controllare l’epidemia, le Autorità hanno soppresso circa 15 milioni di polli con l’obiettivo di rimuovere la fonte virale.
Solo raramente si è avuta trasmissione dell’influenza da uomo a uomo.

- H9N2, Cina e Hong Kong, 1999: l’infezione da virus dell’influenza aviaria A a bassa patogenicità è stata confermata in 2 bambini e si è manifestata come malattia simil-influenzale.
Entrambi i pazienti sono stati ricoverati.
L’origine dell’influenza non è nota, ma è molto probabile che ci sia stata trasmissione dagli uccelli agli esseri umani.
Tuttavia, la possibilità di trasmissione da persona a persona potrebbe non essere scartata.
Diverse infezioni umane da virus H9N2 sono state riportate in Cina nel periodo 1998-1999.
- H7N2, Virginia, USA, 2002: dopo un’epidemia tra il pollame causata dal virus H7N2 nella Shenandooh Valley, l’infezione è stata riscontrata nel sangue di una persona.

- H5N1, Cina e Hong Kong, 2003: due casi di influenza da virus dell’influenza aviaria A H5N1, altamente patogeno, si sono presentati tra i membri di una famiglia di Hong Kong che aveva compiuto un viaggio in Cina.
Una persona è stata ricoverata ed una è morta.
Non è stato accertato il come ed il dove le persone si siano infettate.
Un altro membro della famiglia è morto a causa di una malattia respiratoria in Cina, ma nessun esame è stato eseguito.

- H7N7, Olanda, 2003: in Olanda ci sono state epidemie di influenza aviaria A ( H7N7 ) tra il pollame in diverse fattorie.
In seguito, l’infezione è stata anche riportata tra i maiali e gli esseri umani.
In 89 persone è stata confermata la presenza del virus H7N7, lo stesso dell’epidemia che aveva colpito il pollame.
Le persone colpite erano prevalentemente persone che lavoravano negli allevamenti di polli.
In 78 casi la malattia associata al virus H7N5 era rappresentata solamente da congiuntivite; 5 casi di congiuntivite e malattia simil-influenzale con tosse, febbre e dolori muscolari; 2 casi di sola malattia simil-influenzale e 4 casi classificati come “altri‿.
Un veterinario che aveva visitato uno degli allevamenti infetti ha sviluppato una sindrome acuta da distress respiratorio e complicanze associate all’infezione H7N7, ed è morto.
La maggioranza dei casi è avvenuta come diretta conseguenza del contatto con il pollame infetto.
Trasmissione dell’infezione da lavoratori di pollame a membri della propria famiglia sarebbe avvenuta solo in 3 casi.

- H9N2, Hong Kong, 2003: infezione da virus influenzale aviario A ( H9N2 ) a bassa patogenicità è stata confermata in un bambino.

 - H7N2, New York, 2003: è stato ricoverato in un ospedale di New York un paziente che presentava sintomi respiratori.
Dopo alcune settimane il paziente è stato dimesso.
Nel corso dei test per la conferma dell’origine della malattia virale è emerso che il paziente era stato infettato con il virus influenzale aviario A ( H7N2 ).

- H7N3, Canada, 2004: nel febbraio 2004, sono state segnalate infezioni da virus influenzale aviario A ( H7N3 ) altamente patogeno tra i lavoratori di allevamenti di pollame.
Queste infezioni che avevano colpito esseri umani erano associate ad un’epidemia da H7N3 tra il pollame.
Le manifestazioni patologiche dell’infezione, associata al virus H7N3, consistevano in infezioni oculari. 

- H5N1, Asia, 2004: nel gennaio 2004, sono state riportate infezioni causate da virus influenzale aviario A ( H5N1 ) .
Dalla prima manifestazione dell’epidemia influenzale aviaria al 20 ottobre 2005 in Tailandia ci sono stati 18 casi d’infezione tra gli esseri umani con 13 persone morte. ( Xagena2005 )

Fonte:

1) CDC, 2005
2) WHO, 2005

Inf2005


Indietro