Xagena Mappa
Medical Meeting
Mediexplorer.it
Reumabase.it

Microbiologia e gestione antibiotica della cellulite orbitale


Le infezioni orbitali causate da Staphylococcus aureus resistente a meticillina ( MRSA ) potrebbero essere in aumento.

Poiché le infezioni da Staphylococcus aureus hanno importanti implicazioni di trattamento, è stato condotto uno studio per revisionare la gestione microbiologica e antibiotica dei bambini ospedalizzati con cellulite e ascessi orbitali.

La revisione retrospettiva ha riguardato le cartelle cliniche di tutti i pazienti ricoverati in un ospedale pediatrico di terzo livello tra il 2004 e il 2009 con infezioni orbitali confermate con tomografia computerizzata.

Sono stati esclusi i pazienti con precedente intervento chirurgico o trauma, anomalie anatomiche all’occhio, tumori, immunodeficienza o infezioni presettali.

Sono stati identificati 94 bambini con infezioni orbitali, e un vero patogeno è stato riconosciuto nel 31% dei pazienti.

I batteri più comunemente identificati facevano parte del gruppo Streptococcus anginosus ( 14 su 94 pazienti [ 15% ] ).

Lo Staphylococcus aureus ( 1 paziente con MRSA ) è stato identificato nel 9% dei pazienti.

È stata frequentemente utilizzata una combinazione di agenti antimicrobici ( 62% ) e l’uso di Vancomicina ( Vancocina ) è aumentato dal 14% al 57% durante il periodo di studio.

I pazienti trattati con un singolo antibiotico durante il ricovero in ospedale ( n=32 ), rispetto a quelli trattati con terapia di combinazione ( n=58 ), hanno mostrato maggiore probabilità di essere dimessi con un singolo antibiotico ( P inferiore a 0.001 ).

In totale, 25 pazienti ( 27% ) sono stati dimessi con terapia antibiotica di combinazione e 13 ( 14% ) con terapia intravenosa.

In conclusione, il gruppo Streptococcus anginosus è un patogeno emergente nelle infezioni orbitali pediatriche.
Benché lo Staphylococcus aureus resistente a meticillina sia risultato poco comune, i pazienti sono stati trattati frequentemente con Vancomicina e una combinazione di antibiotici.
Un regime antibiotico semplificato potrebbe aiutare a limitare lo sviluppo di organismi resistenti e potrebbe facilitare la transizione a un trattamento orale. ( Xagena2011 )

Seltz LB et al, Pediatrics 2011; 127: e566-572


Farma2011 Inf2011 Oftalm2011 Pedia2011


Indietro