Forum Infettivologico
GSK Infettivologia
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

PegInterferone-alfa2a nel trattamento dell’infezione da virus dell’epatite B


L’epatite B cronica interessa circa 300 milioni di pazienti nel mondo.

Attualmente i trattamenti raccomandati comprendono l’Interferone ( IFN ) convenzionale, la Lamivudina e l’Adefovir.

Recentemente, il PegInterferone-alfa2a ( PEG-IFN-alfa2a, Pegasys ) è stato approvato in molti Paesi nel trattamento dell’epatite B cronica.

Diversi studi clinici sono stati eseguiti, utilizzando PegInterferone-alfa2a in confronto all’Interferone convenzionale, Lamivudina in monoterapia e Lamivudina associata al PegInterferone-alfa2a.

Pegasys è risultato superiore all’Interferone convenzionale nell’epatite B cronica HBeAg-positiva e alla Lamivudina nell’epatite B cronica sia HBeAg-positiva che HBeAg-negativa.

L’associazione di Lamivudina e di PegInterferone alfa-2a non ha influenzato la risposta sostenuta al termine delle 24 settimane di follow-up, rispetto al solo trattamento con PegInterferone.( Xagena2005 )

Cooksley WG et al, Expert Opin Pharmacother 2005; 6: 1373-1380

Inf2005 Gastro2005


Indietro