Dermabase.it
XagenaNewsletter
Xagena Mappa
Medical Meeting

Riduzione del rischio di trasmissione del virus della epatite C da madre a neonato


La trasmissione da madre a neonato è la principale causa di infezione da virus della epatite C ( HCV ) nell’infanzia, con fino a 4.000 nuovi casi ogni anno negli Stati Uniti.

Sono stati valutati in una revisione sistematica di studi randomizzati e studi osservazionali gli effetti delle modalità di parto, le strategie di gestione del travaglio e le pratiche di allattamento a rischio di trasmissione materno-infantile del virus HCV.

Diciotto studi osservazionali hanno valutato l'associazione tra modalità di parto, strategie di gestione del travaglio, o pratiche di allattamento al seno e rischio di trasmissione di HCV da madre a bambino.

Quattordici studi ( 2 di buona qualità, 4 di qualità discreta e 8 di scarsa qualità ) hanno trovato una chiara associazione tra la modalità di parto ( vaginale rispetto a cesareo ) e il rischio di trasmissione.

Due studi ( 1 di buona qualità e 1 di scarsa qualità ) hanno riportato un'associazione tra la durata prolungata della rottura delle membrane e un aumento del rischio di trasmissione.

Quattordici studi ( 2 di buona qualità, 2 di qualità discreta e 10 di scarsa qualità ) non hanno trovato alcuna associazione tra allattamento al seno e rischio di trasmissione.

Gli studi erano solo osservazionali, e la maggior parte ha avuto importanti carenze metodologiche, tra cui la mancata regolazione per i potenziali fattori confondenti e campioni di piccole dimensioni.

In conclusione, nessun intervento ha chiaramente dimostrato di ridurre il rischio di trasmissione della infezione da HCV da madre a bambino.
Evitare l'allattamento al seno non sembra essere indicato per ridurre il rischio di trasmissione. ( Xagena2013 )

Cottrell EB et al, Ann Intern Med 2013; 158: 109-113

Inf2013 Gastro2013 Gyne2013 Pedia2013



Indietro