Xagena Mappa
Medical Meeting
Pneumobase.it
Ematobase.it

Tafenochina versus Primachina per prevenire la recidiva di malaria da Plasmodium vivax


La Tafenochina, una terapia monodose per la malaria da Plasmodium vivax, è stata associata alla prevenzione delle ricadute attraverso la clearance della parassitemia e degli ipnozoiti di Plasmodium vivax, denominata cura radicale.

È stato effettuato uno studio clinico di fase 3, prospettico, in doppio cieco, randomizzato, controllato per confrontare Tafenochina con Primachina in termini di sicurezza ed efficacia.
Lo studio è stato condotto in sette ospedali o cliniche in Perù, Brasile, Colombia, Vietnam e Tailandia, e ha coinvolto pazienti con attività enzimatica normale di glucosio-6-fosfato deidrogenasi ( G6PD ) e pazienti di sesso femminile con moderata carenza di enzima G6PD; tutti i pazienti avevano parassitemia da Plasmodium vivax confermata.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere una singola dose da 300 mg di Tafenochina o 15 mg di Primachina una volta al giorno per 14 giorni ( somministrati sotto supervisione ); tutti i pazienti hanno ricevuto un ciclo di 3 giorni di Clorochina e sono stati seguiti per 180 giorni.

L'esito primario sulla sicurezza era una diminuzione definita dal protocollo nel livello di emoglobina ( maggiore di 3.0 g per decilitro o maggiore o uguale al 30% rispetto al basale o fino a un livello inferiore a 6.0 g per decilitro ).

La libertà dalla recidiva della parassitemia da Plasmodium vivax a 6 mesi era l'esito primario di efficacia in una meta-analisi pianificata a livello di paziente dello studio corrente e in un altro studio di fase 3 di Tafenochina e Primachina ( popolazioni per protocollo ) e un odds ratio per la recidiva di 1.45 ( Tafenochina vs Primachina ) è stato utilizzato come margine di non-inferiorità.

Una diminuzione definita dal protocollo nel livello di emoglobina si è verificata in 4 pazienti su 166 ( 2.4%) nel gruppo Tafenochina e in 1 su 85 pazienti ( 1.2% ) nel gruppo Primachina, per una differenza tra gruppi di 1.2 punti percentuali.

Nella metanalisi a livello di paziente, la percentuale di pazienti che erano liberi da recidiva a 6 mesi era del 67.0% tra i 426 pazienti nel gruppo Tafenochina e del 72.8% tra i 214 pazienti nel gruppo Primachina.

L'efficacia della Tafenochina non è risultata non-inferiore a quella della Primachina ( odds ratio per la recidiva, OR=1.81 ).

Tra i pazienti con normale attività dell'enzima G6PD, la diminuzione del livello di emoglobina con Tafenochina non differiva significativamente da quella con Primachina.
La Tafenochina ha mostrato efficacia per la cura radicale della malaria da Plasmodium vivax, sebbene la Tafenochina non abbia dimostrato di essere non-inferiore alla Primachina. ( Xagena2019 )

Llanos-Cuentas A et al, N Engl J Med 2019; 380: 229-241

Inf2019 Farma2019


Indietro